Walmart puerto cabello

No products found.

Un Walmart ha aperto a Puerto Cabello, Venezuela, ma la famosa catena non è coinvolta. Negli ultimi giorni, i residenti hanno postato delle foto e si sono chiesti se la catena stia realmente arrivando nella nazione sudamericana.

È stato confermato che la società statunitense non è coinvolta nell’apertura del negozio. I proprietari del negozio don’t sembrano preoccuparsi di utilizzare il logo e il nome del gigante degli Stati Uniti. Il negozio di Puerto Cabello assomiglia esattamente a un piccolo Walmart.

La parte anteriore del negozio ha i colori famosi, il nome e il logo. I residenti hanno cominciato a chiedersi che cosa fosse circa quando il nome è stato installato nella parte superiore dell’edificio.

In poche ore, il proprietario e il negozio erano tutti su notizie locali. L’apertura sembrava un po ‘strano strano dal momento che gli Stati Uniti hanno rotto tutti i legami diplomatici con il Venezuela, recentemente sanzionando il paese e impedendo loro di fare affari con le aziende statunitensi.

Non un vero Walmart, il proprietario parla

Dopo aver confermato che il vero Walmart non aveva nulla a che fare con quel negozio, i media locali hanno contattato il proprietario. Nell’intervista, il proprietario parla della creatività dei venezuelani e di ciò che ha portato all’apertura del negozio con un nome e un logo che è famoso da qualche altra parte.

Alcuni venezuelani sono soddisfatti dei suoi commenti e hanno criticato il suo pensiero sulla creatività.Sui social media, diversi utenti hanno sottolineato che il negozio vende oggetti a prezzi molto più elevati.

Un report sui media locali ha sottolineato che il negozio vende una bambola, che si trova su Amazon per circa $ 9,99, per $ 50. Nell’intervista, il negozio è pieno di cereali americani comuni e altri prodotti. I prodotti importati sono comuni nel paese, ma sono solitamente venduti per dollari americani o a prezzi molto più elevati.

Walmart in America Latina

I media locali riferiscono anche che l’uomo dietro il negozio lavorava per un’entità pubblica prima di fare la mossa controversa. Walmart non ha rilasciato una dichiarazione sulla controversa apertura del negozio falso.

Il gigante americano ha negozi in altre parti dell’America Latina, tra cui Cile e Messico. Ma non ha mai aperto negozi in Venezuela, dove le aziende stanno effettivamente lasciando la crisi economica e politica.

Un’apertura reale ci sembra anche molto improbabile come le sanzioni dagli Stati Uniti impediscono alle aziende statunitensi di fare affari con il paese. L’unico modo in cui Adobe e la lega di baseball locale continuano a fare affari lì è perché gli Stati Uniti hanno concesso loro un’esenzione.

Non è la prima volta

Non è la prima volta che ci sono polemiche sull’uso di un logo o di un nome da parte di una società statunitense in Venezuela. All’inizio del 2018, il governo venezuelano ha sequestrato una fabbrica di cereali Kellogg. La fabbrica era stata chiusa dalla società a causa della situazione nel paese, ma il governo ha deciso di riaprire la fabbrica e continuare la produzione. I prodotti della famosa azienda cerealicola sono ora per lo più trovati da negozi e aziende che lavorano per l’importazione di prodotti.

Video: walmart puerto cabello

Similar Articles

Most Popular